Laboratorio Aperto
Chi Siamo

Modena – Ex AEM

Chi Siamo

LABORATORIO APERTO
MODENA – EX AEM

La Storia della Centrale AEM

All’inizio del ‘900, alle porte del centro storico della città, dove ora si trova il Laboratorio Aperto di Modena, sorgeva quello che ancora oggi viene chiamato “comparto AMCM”, sede delle Aziende Elettriche Municipalizzate (AEM). In questo spazio l’azienda si è occupata di gestire e potenziare la rete elettrica tramviaria, per favorire l’estensione a servizio dei nuovi quartieri che di lì a poco sarebbero entrati a far parte del perimetro cittadino.

L’interno dei locali del comparto ha ospitato per anni uffici, rimessa di tram, serbatoi idrici e la centrale elettrica che alimentava la città. Dopo oltre quarant’anni di attività, la Centrale AEM chiude i suoi battenti e si trasforma in un deposito-officina comunale per i mezzi in circolazione.

La Storia della Centrale AEM

 

All’inizio del ‘900, alle porte del centro storico della città, dove ora si trova il Laboratorio di Modena, sorgeva quello che ancora oggi viene chiamato “comparto AMCM”, sede dell’Azienda Elettrica Municipalizzata (AEM). In questo spazio l’azienda si è occupata di gestire e potenziare la rete elettrica tramviaria, per favorire l’estensione a servizio dei nuovi quartieri che di lì a poco sarebbero entrati a far parte del perimetro cittadino.

L’interno dei locali del comparto hanno ospitato per anni uffici, rimessa di tram, serbatoi idrici e la centrale elettrica che alimentava la città. Dopo oltre quarant’anni di attività, l’EX – Centrale AEM chiude i suoi battenti e si trasforma in un deposito-officina comunale per i mezzi in circolazione.

I primi progetti concreti di rigenerazione dell’ex comparto AMCM nascono grazie al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020. È proprio con la riqualificazione di spazi urbani dismessi che il Programma Operativo Regionale dell’Emilia Romagna vuole restituire alla cittadinanza dei luoghi in cui si possa crescere insieme e far partire uno scambio di conoscenze per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Il programma si concentra su sei priorità d’intervento, chiamati assi e quello in cui ricade il progetto di creazione del network di Laboratori Aperti è l’Asse 6, per le città attrattive e partecipate.

Il grande lavoro di progettazione del Comune di Modena ha fatto sì che la rigenerazione dell’ex Centrale AEM venisse avviata e completata entro il 2017, dando così la possibilità a questo luogo di poter diventare uno dei Laboratori Aperti dell’Emilia-Romagna, luogo di innovazione e scambio di conoscenze aperto ai cittadini.

Il Percorso di Riqualificazione
Ex-AEM

 

Il Percorso di Riqualificazione
Ex-AEM

 

I primi progetti concreti di rigenerazione dell’ex comparto AMCM nascono grazie al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020. È proprio con la riqualificazione di spazi urbani dismessi che il Programma Operativo Regionale dell’Emilia Romagna vuole restituire alla cittadinanza dei luoghi in cui si possa crescere insieme, e far partire uno scambio di conoscenze per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.
Il programma si concentra su sei priorità d’intervento, chiamati assi e quello in cui ricade il progetto di creazione del network di Laboratori Aperti è l’Asse 6, per le città attrattive e partecipate.

Il grande lavoro di progettazione del Comune di Modena ha fatto sì che la rigenerazione dell’ex Centrale AEM venisse avviata e completata entro il 2017, dando così la possibilità a questo luogo di poter diventare uno dei Laboratori Aperti dell’Emilia-Romagna, luogo di innovazione e scambio di conoscenze aperto ai cittadini.

Open lab

OPEN LAB SRL è la società che sviluppa in Emilia Romagna comunità creative digitali attraverso spazi collaborativi fisici per l’innovazione. Abbiamo iniziato con la gestione dei Laboratori Aperti di Modena, Ferrara, Piacenza e Forlì, oggi siamo attivi in tutto il territorio Regionale grazie ai servizi di facilitazione digitale.

La percezione della trasformazione digitale come driver di sviluppo ed inclusione ormai ineludibile è ancora lontana dall’essere una realtà; non mancano iniziative che spingono sulla cultura digitale quale leva di sviluppo per la coesione e competitività, ma è un dato che le aziende fatichino a trovare figure qualificate e che l’offerta educativa e formativa rivolta ai giovani e giovanissimi sia ancora debole e destrutturata. A questo si aggiunge un crescente divario digitale che interessa la popolazione adulta e scarsa propensione all’impresa. I nostri spazi collaborativi nascono per dare una risposta alla grande sfida dell’Europa della trasformazione digitale e verde.

Ѐ questo il contesto in cui si inseriscono le azioni divulgative educative, formative e di avvio all’impresa che promuoviamo. Immaginate un luogo terzo, sede di uno dei nostri Laboratori Aperti o accessibile in remoto attraverso la nostra piattaforma digitale, dove gruppi di ragazzi esplorano una smart city del futuro attraverso tecnologie virtuali immersive, altri giovani sperimentano e progettano nuovi prototipi attraverso l’utilizzo dei robot per education di ultima frontiera tecnologica, mentre servizi di prossimità vengono forniti per l’inclusione digitale in modalità blended. Il tutto connesso a luoghi simbolo delle Città, recuperati e rifunzionalizzati in spazi fruibili e attrezzati con tecnologia avanzata, nel segno dell’innovazione e della sostenibilità.

A cosa servono luoghi come questi? Servono a far incontrare mondi diversi per apprendere reciprocamente e scambiarsi idee, a far nascere nuove collaborazioni e progetti, a spiegare che la tecnologia può aiutarci a preservare e valorizzare il nostro capitale culturale e umano per trasformarlo in crescita. Servono a includere nel gioco chi vuole partecipare, a dare spazio a chi vuole contribuire, o anche semplicemente aiutare chi ha conoscenza e creatività a capire come metterle a frutto.

OPEN LAB fa parte di GATE REI SRL SB che gestisce spazi collaborativi in tutta Italia.

Calendario

News